Error Error Error Error Error Error Error Error Forum : Italian Wing
Get Adobe Flash player
Italian Wing :: debrief 17-02-2014 formazione bomber e raid su ploiesti
Error
Italian Wing Forum Index » COORDINAMENTO ITAWING

Post new topic   Reply to topic   printer-friendly view
debrief 17-02-2014 formazione bomber e raid su ploiesti
View previous topic :: View next topic  
Author Message
6S_Drigo







Joined: 14 Oct 2013
Posts: 0
Location: LE

Medals: None



PostPosted: Tue Feb 18, 2014 1:06 pm    Post subject: debrief 17-02-2014 formazione bomber e raid su ploiesti Reply with quote

ciao a tutti,
posto qui il mio debrief di ieri per quanto riguarda il volo in formazione, e per non fare confusione e lasciare campo libero a Luft su forum seow per le tattiche di missione specifiche.



riporto quanto scrive Popale:
Quote:
Più di 15 piloti hanno risposto all'addestramento di ieri sera e diversi altri non sono riusciti a collegarsi causa problemi con ts, una piacevole serata che si ripeterà anche lunedi prossimo, cerchiamo di essere sempre così numerosi



Credo che la missione di ieri sia stata molto costruttiva, sia per i bomber guidati da Luft, che per la caccia, che ha volato in un altra stanza ts.

ci sono problemi sul ts, già riportati in altri thread, aggiungo che molti di noi non hanno neanche i permessi per scrivere in chat un indirizzo ip.


tornando a bomba al volo dei bomber:
chiedo scusa se sono sembrato un pò rompipalle durante il corso della missione.
io ho esternato il mio punto di vista, in quanto sono fermamente convinto che delle sessioni di volo "acrobatico" per così dire, siano veramente propedeutiche per tutta la disciplina del volo in generale. e per quanto riguardava il mantenimento di posizione in ala, e ho cercato di aiutare, con le viste esterne alla configurazione di una box minima.
io capisco il desiderio di Luft di stabilire a priori la posizione in ala, ma questo può funzionare solo se esiste una reale capacità di realizzarlo, che magari esiste già per i gruppi presi singolarmente, ma non fra i gruppi in generale.
questo avviene solo con la pratica e l'affiatamento di squadra, e proprio il volo di ieri ha evidenziato quanto si può migliorare.
Se, e nel caso, esistono lacune di alcuni piloti, o magari una semplice inesperienza, è chiaro che gli schemi vanno a farsi benedire, e bisogna improvvisare.
L'improvvisazione non è una cosa negativa, perchè sapersi adattare è una caratteristica di qualsiasi buon pilota, sia da caccia che da bomber.
Secondo il mio punto di vista, il modo più semplice per ovviare al caos del rejoin di gruppo, consiste nel darsi dell poche, ma semplici regole, e basta, applicarle nel modo più semplice intuitivo possibile.

Ho visto molti piloti smaliziati, grazie a tanti anni di esperienza, ma come è facile immaginare, altri fanno ancora fatica a recuperare la posizione una volta persa, o non riescono a stringere in tempi brevi in una posizione che ottimizza la difesa di gruppo.
questo non è dovuto a bravura o esperienza, ma probabilmente a delle abitudini sbagliate.

Credo che avere delle basi solide per mantenere la posizione in ala, sia una delle componenti essenziali per maturare il giusto feeling con il mezzo, e una precisione del volo e tattica che si riversa su tutti gli aspetti del volo, e dello scenario in cui si sta volando in generale. Ad ampio spettro.
salvo azioni specifiche a bassa quota, una formazione di bomber serrata è più sicura e questo è scontato. ma questa qualità aiuta anche la caccia di scorta, qualora il gruppo fosse martellato da più direzioni dalla caccia nemica.
in sostanza, come diceva l'asso dei siluranti, fra il fare una azione suicida bene e farla male, la differenza di rischio è talmente bassa, che allora conviene farla bene.


Se dovessi fare un analisi critica della condotta di volo di ieri direi che:
il rejoin iniziale è durato tantissimo
ci sono piloti che hanno già un grande controllo del mezzo e che non faticano a stare in formazione.
ci sono piloti che riescono a tenere una distanza più o meno costante dagli altri ma non hanno abbastanza fiducia nelle proprie capacità per serrare.
ci sono molte insicurezze nel gestire le virate in formazione, e correggere di anticipo le traiettorie.
i parametri di volo riportati sulle tabelle storiche, non sempre coincidono con la condotta di volo ideale per il2 ed è importante saperlo, in quanto, per fare un esempio, le scelte che riguardano il set motore, soprattutto per chi guida, sono fondamentali e si trasmettono sul volo di tutta la squadra.

non a caso, il lavoro del leader del pacchetto è il più difficile in assoluto.


La serata è stata piacevole e credo che Luft sia riuscito a fare un buon test generale seppur disturbato continuamente da me.
Rinnovo il mio in bocca a lupo per la missione.


Dopo la prima sessione, io Aracno e Hunter, poi ci siamo spostati sul ts del 6° stormo per volare con Evil e Season in una piccola pattuglia acrobatica con il tomahawk. ci siamo divertiti.


Come ho detto anche ieri a voce, con il supporto anche di Aracno e altri, sarebbe simpatico organizzare una pattuglia di warbirds magari con velivoli Italiani, giusto così per fare un pò i ganzi.
Ovviamente l'accesso è aperto a tutti indiscriminatamente, senza fare voli pindarici, a parte che gli aerei italiani spesso soffrono per i G negativi, comunque per fare una figura dignitosa, servono ore e ore di addestramento.
Per questo l'invito è rivolto a tutti, soprattutto a quei gruppi che hanno una buona scuola o una disciplina classica di volo in formazione di tipo militare o standard.

Per la prossima sessione, sarebbe bello continuare con l'ottimizzazione della formazione, nello specifico, volare con dei trainer, come il p40 o similari e capire bene e definitivamente come la formazione si deve muovere in sincrono e seguire la prospettiva nelle variazioni di assetto o di rotta del leader per fare in modo che non perda energia e si accumuli distanza.
Credetemi, fare un pò di pratica su un trainer caccia, potrà sembrare faticoso all'inizio, ma l'esercizio ripaga, nel momento in cui si vuole stare in formazione volando su un bomber.



resta da capire quale giorno vorremmo dedicare a questi addestramenti, per venire incontro a tutti i nostri piloti e nei quali sarebbe bello avere la maggior parte dei bomber delle squadriglie presenti; se poi si riuscisse a coordinare altre attività che riguardano la caccia, tanto di guadagnato. le possibilità sono tante.

grazie
Saluti.

Back to top
View user's profile Send private message

Your banner code goes here
Cipson







Joined: 08 Jan 2013
Posts: 0

Medals: None



PostPosted: Tue Feb 18, 2014 5:23 pm    Post subject: Reply with quote

Grazie Drigo, ottimo intervento e grande impegno.

Credo che questa grande opportunità di migliorare il nostro skill vada colta da più piloti possibile.

Hai pieno supporto nell'organizzare (e pubblicizzare) al meglio..


.

_________________
"The Italians", are coming!
Back to top
View user's profile Send private message Visit poster's website

Display posts from previous:   
Post new topic   Reply to topic   printer-friendly view    Italian Wing Forum Index » COORDINAMENTO ITAWING All times are GMT + 1 Hour
Page 1 of 1
 

Jump to:  
You cannot post new topics in this forum
You cannot reply to topics in this forum
You cannot edit your posts in this forum
You cannot delete your posts in this forum
You cannot vote in polls in this forum
You cannot attach files in this forum
You can download files in this forum

Powered by phpBB © 2001, 2002 phpBB Group
Adapted for RUNCMS by SVL © 2005 module info -
iCGstation v1.0 Template By Ray © 2003, 2004 - Adapted for Runcms By Poppy_64 iOptional




Board Security

10692 Attacks blocked